Seleziona una pagina

Matrimoni, anniversari, regali, relooking di ambienti e negozi. Fin dal primo giorni di apertura di Artemisia fiori, in giugno, sono stata sommersa di impegni, e fin dal primo giorno, di tanto in tanto, con un occhio ho guardato il calendario, per un conto alla rovescia che sembrava infinito.

Il Natale è qualcosa di unico e per me, che sono cresciuta in una famiglia numerosa, con due sorelle maggiori, lo è ancora di più. Ricordo la vigilia di Natale, i vani tentativi di restare sveglia tutta la notte, per scoprire sul fatto Babbo Natale mentre scendeva dal camino. La corsa giù per le scale, la mattina seguente, appena sveglia, per raggiungere le mie sorelle che stavano già scartando i loro doni, sotto albero addobbato, così alto da far solletico al soffitto. Nell’aria c’era già odore di brodo e di arrosto. C’erano i rumori di mia madre, indaffarata in cucina da chissà quale ora del mattino. C’era il Natale, insomma.

Oggi sono io ad avere tre figli e i riti, gli odori, i rumori, sono gli stessi di allora. Quando scelgo cosa proporre nel mio negozio, in particolar modo per questo periodo magico dell’anno, cerco di tornare a quei momenti. Il Natale deve essere qualcosa che ti riporta ai momenti più belli della tua infanzia e un oggetto, un fiore, una candela, una tavola apparecchiata, posso farlo meglio di ogni altra cosa.

Fate un salto da Artemisia fiori, il Natale è finalmente arrivato e sono certa che troverete qualcosa che saprà ricondurvi alla vostra infanzia. E poi chissà, magari quest’anno scenderanno due fiocchi di neve.

 

Share This